Disinfestazione Blatte e Scarafaggi in Ufficio o in Azienda


Disinfestazione Blatte e Scarafaggi in Ufficio o in Azienda
Tecnico alle prese con una deblattizzazione in una cucina idustriale.

Disinfestazione Blatte e Scarafaggiin Ufficio o in Azienda

La disinfestazione blatte e scarafaggi in ufficio o in azienda è un intervento fondamentale per garantire ambienti sani e sicuri.

Le infestazioni di scarafaggi sono delle vere e proprie piaghe che colpiscono indifferentemente ogni tipologia di stabile ed edificio. Nonostante sia più comune trovare colonie di blatte all’interno delle abitazioni private è molto probabile trovarle anche in edifici scolastici, bar, pub e ristoranti, alberghi ed esercizi commerciali o aziendali.

Disinfestazione Blatte in Bar o Pub

Disinfestazione Blatte in Ufficio

 

Il vero motivo dell’ampia varietà di ambienti colpiti è la grandissima adattabilità che caratterizza questa specie, sviluppando nel tempo sempre meno timore degli umani e sempre più resistenza ad esche e trappole fai-da-te.

Disinfestazione Blatte nei Ristoranti

Disinfestazione Blatte nelle Scuole


disinfestatore

Deblattizzazione Professionale a Roma

Proprio per questa ragione, qualora ci si ritrovasse a combattere contro un’invasione di scarafaggi a Roma, sarà necessario contattare una squadra di disinfestatori esperti, dotati di macchinari e prodotti specifici, per eliminarne definitivamente la minaccia. Per disinfestazioni terni clicca qui e collabora con i nostri tecnici.

Si parla di minaccia a causa delle gravi conseguenze che la contaminazione da blatte, dovuta dalla loro cattiva abitudine di defecare nelle scorte di cibo, comporta per persone ed animali domestici.

Come Nasce un’Infestazione?

Il mito delle blatte che infestano solo case o luoghi sporchi è decisamente da sfatare: gli “insetti mangiapane” infatti, più che dallo sporco sono attratti dal cibo e li si può trovare prettamente nei locali cucina.
Anche il bagno è uno degli ambienti più colpiti; in caso di infestazione potrete notare la fuoriuscita delle blatte dal lavello e dal piatto doccia, provenendo infatti dalle tubature.
Non a caso, i locali maggiormente colpiti sono quelli all’interno di palazzine, poiché risulta più probabile un’intasatura e la successiva fuoriuscita dell’infestante.

Ma la vera domanda che sorge in caso di infestazione è:
Questo insetto comporta dei pericoli per la nostra salute?

La risposta è si: come accennato nel paragrafo precedente questi infestanti sono in grado di contaminare le nostre scorte di cibo, tramite feci o deposizione delle uova, rendendolo estremamente pericoloso per chiunque lo ingerisca successivamente.
Date le loro ridotte dimensioni è estremamente difficile riuscire ad individuare le tracce della presenza di feci o uova ad occhio nudo; solamente un esperto sarà in grado di localizzare l’infestazione in corso e di analizzarne il grado.
Una volta finita l’analisi si potrà procedere con il corretto metodo di lotta, così da neutralizzare ed eliminare definitivamente l’invasione.

Per maggiori informazioni visita la pagina Disinfestazione Blatte e Scarafaggi Roma per scoprire quali malattie portano gli scarafaggi.

Scegli solo Interventi Professionali

Adottare soluzioni arrangiate o fatte in casa non è l’opzione migliore nei casi di infestazioni; infatti, nella maggior parte dei casi, i metodi fai da te non risolvono il problema, arrivando anche a peggiorarlo. Data la pericolosità della presenza di blatte in ufficio o in azienda è necessario contattare dei servizi di Pest Control e Sanificazione ambientale per ristabilire al meglio la situazione ed eliminare a fondo il problema.

All’interno di ambienti chiusi l’utilizzo di veleni e prodotti chimici anti-blatte dovrà essere effettuato con le dovute misure di sicurezza per tutelare l’incolumità di tecnici e clienti.
I prodotti utilizzati negli interventi di deblattizzazione sono certificati e previsti dalle apposite leggi che regolano il settore del Pest Service Professionale, secondo le dovute norme.

Ti è Piaciuto l'Articolo?

Zanzare, in Aumento le Richieste di Disinfestazione 5/5 (1)

zanzare
EMERGENZA ZANZARE A ROMA?

L’estate si avvicina e temi la classica invasione di zanzare in casa o in giardino?
Contattaci ora per richiedere un intervento di prevenzione tempestivo ed efficace, per proteggere te e i tuoi ambienti dalle feroci zanzare e zanzare tigre.

Zanzare e zecche, principali portatrici di virus per l’uomo, proliferano sempre più a causa dei recenti cambiamenti climatici. L’allarme è lanciato da uno studio del Joint research Centre della Commissione europea, che si occupa di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla minaccia rappresentata dalla diffusione dell’arbovirus.

Allarme Zanzare a Roma: Richiedi un Intervento

Complici non solo i cambiamenti climatici ed il surriscaldamento del nostro pianeta, ma anche i viaggi ed il commercio internazionale, oggi gli uomini sono sempre più esposti ad infezioni come febbre del Nilo occidentale, febbre gialla, encefalite trasmessa da zecca, che possono creare seri danni alla loro salute.

Ciò che, poi, preoccupa maggiormente è la consapevolezza che ancora oggi mancano specifici vaccini. Questo significa che i danni alla salute dell’uomo possono essere addirittura irreparabili.
Se un tempo il problema della diffusione di zecche e zanzare era comune solo ai Paesi asiatici, adesso inizia a destare preoccupazione anche in diversi Stati Europei, dove le loro larve proliferano non solo in zone umide e di campagna, ma anche nel centro abitato.

A causa del surriscaldamento del pianeta, infatti, le larve di zecche e zanzare riescono a sopravvivere per mesi, anche sott’acqua ed addirittura in condizioni climatiche non del tutto ottimali.
Negli ultimi anni, l’inarrestabile diffusione del virus Zika ha spinto l’opinione pubblica a chiedere un maggior intervento delle autorità per contrastare la diffusione di questi nemici della nostra salute.

Prevenzione Zanzare e Lotta Larvicida

Tra i tanti interventi preventivi per eliminare le zanzare, che in particolare s’incentrano sui sopralluoghi, sulla bonifica e sul monitoraggio degli ambienti, nonché sulla cura delle aree verdi, occorre mettere in evidenza l’utilizzo di:

  • Lampade Elettriche
  • Trappole con C02
  • Trattamenti con Prodotti Chimici
  • Zanzariere

Il tecnico sceglierà il tipo di strumento da utilizzare in base al tipo di area da disinfestare.
Esempio:

Quanto Costano gli Interventi Preventivi di Disinfestazione Zanzare?

In merito ai costi per gli interventi preventivi di disinfestazione zanzare per condomini è necessario porre l’accento sul fatto che il loro valore dipende dall’ampiezza e dalle caratteristiche delle zone da trattare e monitorare, dalla quantità e qualità dei diversi metodi d’applicare secondo il caso e dalla ditta di disinfestazione cui ci si rivolge.
Per fare un esempio per disinfestare i giardini italiani dalle zanzare si può considerare all’incirca un costo medio di 1 euro al metro quadro.

  • Quali sono le malattie causate dalle zanzare?

Nei luoghi soggetti a infestazioni da zanzare è utile applicare a scopo preventivo delle punture di tali insetti delle zanzariere alle finestre e dei repellenti sulla pelle, indossare dei vestiti coprenti ed eliminare i ristagni d’acqua, ad esempio dai sottovasi delle piante. A tal proposito ecco proposta una lista di alcune malattie causate dai germi veicolati dalle punture delle zanzare:

  1. l’encefalite giapponese, che è causata da un agente patogeno della famiglia Flaviviridae veicolato dalla zanzara comune appartenente al genere Culex;
  2. la febbre dengue, che è provocata dal virus Dengue trasmesso da una zanzara appartenente alla specie Aedes aegypti;
  3. la filariosi cardiopolmonare, che è causata da un virus veicolato dalla zanzara tigre, ossia l’Aedes albopictus;
  4. il tifo itteroide, che è provocato da un microrganismo appartenente alla famiglia Flaviviridae portato da una zanzara del genere Aedes;
  5. il paludismo, che è causato da parassiti protozoi veicolati da zanzare appartenenti al genere Anopheles.

Metodi di Disinfestazione Zanzare

Ad oggi sono diversi i metodi utilizzati per tenere sotto controllo la diffusione delle zanzare: si passa dalle comuni zanzariere, alle più sofisticate trappole, previste per aree non troppo estese, fino ad arrivare a veri e propri interventi di disinfestazione zanzare e di sorveglianza degli habitat. Si cerchi una disinfestazione roma, collabora con i nostri tecnici della capitale!

Nonostante il pericolo rappresentato per la nostra salute, però, alcuni studi hanno dimostrato la necessità della loro presenza nel nostro pianeta: le zanzare, soprattutto, impollinano molte piante e fanno parte della catena alimentare di alcuni animali. Per questa ragione è bene tenere sotto controllo il loro proliferare, ma bisogna evitare di estinguere la loro presenza dal nostro ecosistema, per escludere seri danni alla natura.

Ti è Piaciuto l'Articolo?

Differenza tra Api e Vespe 4.3/5 (10)

differenza tra api e vespe

Giù le Mani dalle Api!

Dedicandoci alle disinfestazioni ci siamo sorpresi di come quasi la totalità degli italiani non sia in grado di riconoscere la differenza tra api e vespe. Coloro che riferiscono di avere un’allergia “alle vespe e alle api” nella maggior parte dei casi non è possibile che sia a entrambi gli insetti perché il veleno non è lo stesso!
Anche se a prima vista possano sembrare simili in realtà i due insetti sono molto diversi e con qualche informazione in più saremo tutti in grado di riconoscerli a colpo d’occhio.

Le differenze stanno sia nella parte morfologica che nel loro stile di vita. Vediamo insieme le caratteristiche di ognuna delle due specie.

Caratteristiche fisiche

Sia le vespe che le api sono insetti con il corpo formato da tre segmenti, capo, torace e addome, due paia di ali, tre paia di zampe e un pungiglione.
Nonostante queste similitudini le vespe hanno un corpo affusolato, sono più grandi e più lunghe, sono lisce senza peluria e presentano delle strisce nere e gialle ben definite.
Le api invece sono più piccole, tozze e pelose, con strisce nere e giallo-ocra non definite proprio a causa della peluria.
Anche il pungiglione porta delle differenze infatti quello delle vespe è liscio e diritto permettendogli di pungere ripetutamente la vittima finché il pericolo, a loro avviso, è scongiurato. La vespe quando punge non muore.

Le api invece hanno un pungiglione ad uncino seghettato, questo per ancorarsi saldamente alla vittima. Ovviamente una volta punto il pungiglione si stacca e l’ape perde di conseguenza la vita.
Proprio per questo motivo le api pungono solo ed esclusivamente se si sentono attaccate e credono che il loro alveare sia in pericolo.

Entrambi gli insetti quando pungono iniettano un veleno che può provocare reazioni allergiche più o meno gravi, in base alla sensibilità della persona.

Ricordiamo che i bambini e gli animali domestici sono molto più sensibili e una puntura spesso causa uno shock anafilattico.

Stile di vita

Le vespe sono onnivore perciò si nutrono sia si sostanze zuccherine, sia di insetti e alimenti prodotti dall’uomo.
Le api invece si nutrono solo e esclusivamente di
polline, nettare e sostanze dolcificate.

Entrambe sono organizzate in colonie, la differenza sta nel numero delle regine: le vespe hanno una sola regina per nido che vive solo una stagione, così come gli altri abitanti; le api hanno diverse regine per nido, rinnovate comunque una volta l’anno ma le restanti possono dorare anche due o tre anni.
Le api, a differenza delle vespe che non producono nulla, prelevando il polline sono in grado di produrre miele, pappa reale, propoli e cera.

I Nidi di Vespe o Api

Il nido delle vespe, realizzato in primavera dalla regina, è realizzato da una sostanza di simil cartone in un luogo riparato, caldo e secco. In un solo nido possono starci da un centinaio di vespe fino a migliaia. Quando ce ne sono troppe, in genere in estate inoltrata, viene realizzato un altro nido nei paraggi.

Le api invece vivono in alveari realizzati con la cera prodotta da loro stesse. I favi sono a forma esagonale, perfette per essere incastrate tra di loro e ottimizzare gli spazi.

  • Allora come fare?

In questo caso non si chiederà una disinfestazione ma si chiamerà un apicoltore che si occuperà della rimozione. Il nido non verrà eliminato ma portato lontano dalla vostra casa.

Ti è Piaciuto l'Articolo?

Punture di Vespe

puntura di vespa
EMERGENZA VESPE A ROMA?
disinfestatore

Se hai trovato un nido di vespe nei pressi della tua abitazione privata o luogo di lavoro non esitare a contattare una squadra di disinfestatori esperti!
Compila il modulo e richiedi un preventivo gratuito, personalizzato e conveniente!

Mi ha punto una vespa! Cosa fare?

Gli imenotteri di maggiore interesse sono quelli degli apidi, ovvero api e bombi in particolare, e dei vespidi, come vespe comuni e calabroni: quando si avvicinano rischiamo di essere ricoperti di punture di vespe.
In Italia siamo invasi da queste specie moleste e infestanti, capaci di pungere e iniettare il loro veleno nell’uomo.
Questo veleno è principalmente rappresentato da enzimi proteici che danneggiano il tessuto umano e provoca reazioni allergiche talvolta mortali.

I veleni delle punture di vespe provocano due tipi di danni:

  • Danni tossici e irritanti, dovuti dalla capacità lesiva degli enzimi e di altre sostanze irritanti contenute nel veleno. Questo tipo di danno, che colpisce la maggioranza delle persone punte, provoca dolore intenso, eritema ed edema nei circa 5 cm intorno alla puntura.
    I calabroni iniettano una maggiore quantità di veleno perciò sono responsabili di reazioni più dolorose. Va applicato subito del ghiaccio, senza dover ricorrere ad un intervento medico. Se il veleno iniettato è di grande quantità, ad esempio dopo decine di punture, rappresenta un serio danno, non ai livelli di una reazione allergica ma richiede comunque l’intervento di servizi medici di emergenza. Spesso si va incontro ad una terapia antibiotica.
  • Danni conseguenti a reazione allergica. Fortunatamente solo una piccola parte della popolazione risulta allergica al veleno di imenotteri ma per queste persone basta anche una sola puntura per innescare la reazione che può manifestarsi in due modi: reazione allergica locale estesa caratterizzata da eritema di dimensioni inusuali, superiori ai 10 cm; reazione generalizzata caratterizzata da comparsa di sintomi su tutto il corpo come prurito, eritema, gonfiore ma anche dolori addominali, rinite, congiuntivite, asma, difficoltà respiratorie fino allo shock anafilattico. Lo shock anafilattico e l’edema della glottide sono sintomi potenzialmente mortali, quindi è richiesto un intervento medico immediato. Questa reazione si manifesta solitamente entro pochi minuti dal momento della puntura ma possono capitare delle reazioni tardive a distanza di qualche giorno.

In caso di reazione allergica che fare?

Come prima cosa disinfezione e ghiaccio, poi chiamare in prima possibile il medico che vi consiglierà quale e quanto antisiminico e antibiotico prendere.

Poi bisognerà andare velocemente in ospedale o chiamare il 118 in quanto saranno necessari ulteriori accertamenti, soprattutto se si sono verificati shock anailattico e/o edema della glottide.
Nei casi più gravi verrà iniettato per vie intramuscolari o endovenosa una somministrazione di adrenalina.

punture di vespe
Foto di punture di vespe.

Ai soggetti che hanno purtroppo già sperimentato questa grave reazione verrà somministrata da un centro allergologico specializzato una terapia di adrenalina auto-iniettabile per prevenire una reazione ad una seconda eventuale puntura.

Si può prevenire la reazione allergica al veleno?

Per prevenire le gravi reazioni allergiche si può optare per l’immunoterapia specifica iposensibilizzante, detto volgarmente vaccino. Questo trattamento è indicato soprattutto per coloro che hanno già avuto una reazione allergica o che ad avviso dei medici sono classificati ad alto rischio. l’efficacia del vaccino è pari all’85-95%.

Ti è Piaciuto l'Articolo?

Disinfestazione Vespe 5/5 (1)

disinfestazione vespe

In Italia  ne sono presenti diverse specie perciò spesso dobbiamo effettuare una disinfestazione vespe. Vivono in colonie formate da una decina fino a migliaia di individui, di solito presenti da aprile ad ottobre. I loro nidi sono chiamati Favi e sono ricoperti dalle caratteristiche celle esagonali di simil-cartone, ottenuto con l’impasto delle fibre vegetali.

Servizio di Disinfestazione Vespe

Generalmente costruiscono i loro nidi all’interno di cavità naturali, come in quelle degli alberi, o artificiali come sottotetti, canne fumarie e cassonetti delle tapparelle. Alcuni specie di vespe preferiscono creare il loro favo in buchi nel terreno creati precedentemente da talpe o arvicole.
Quando le vespe si avvicinano all’ambiente urbano diventano particolarmente infestanti.

disinfestazione vespe
Foto di un nido di vespe.

Le colonie di vespe sono annuali: la regina, dopo aver superato il freddo dell’inverno, fonda la sua colonia in tarda primavera. Col passare del tempo diventa sempre più grande raggiungendo il numero massimo di componenti, alcune migliaia, in tarda estate.
In questo periodo i maschi si accoppiano con le nuove regine perché la “vecchia” non riesce più a secernere l’ormone e rende sterili le vespe operaie. Le nuove regine andranno alla ricerca di un nuovo riparo dove passare l’inverno e creare una nuova colonia nell’estate seguente.

Rimozione Nidi di Vespe Roma

Se anche tu hai un problema di infestazione da vespe cosa aspetti a chiamarci? Un nostro esperto saprà darvi tutte le informazioni necessarie per una disinfestazione vespe! Richiedi un preventivo e un sopralluogo gratuito!!!

Le vespe, al contrario delle api, sono molto curiose e sono attratte da sostanze zuccherine, anche un profumo dolce può attirare la loro attenzione!

Proprio per questa loro caratteristica risultano molto moleste.
Le vespe sono aggressive e molto pericolose solo se ci si avvicina al loro nido, anche involontariamente perché magari non lo si è visto ancora. In questo caso si potrebbe essere punti da parecchi individui contemporaneamente. Lontano dal loro nido invece pungono solo se infastidite, afferrate o schiacciate.

Bisogna sapere che schiacciare le vespe e ucciderle rilascia una sostanza chimica che stimola l’aggressività delle altre vespe della colonia, perciò se ne uccidete una potreste ritrovarvi con uno sciame di vespe inferocite pronte a pungervi.
Le vespe hanno un pungiglione liscio, perciò, a differenza delle api, possono retrarlo facilmente e pungervi più volte.

Non è semplicissimo prevenire lo sviluppo di un nido di vespe ma si potrebbero preparare delle trappole per attirarle lontano.
Potete mettere delle trappole ad imbuto tagliando una bottiglia a metà e girando all’interno della parte cilindrica la parte superiore ottenendo una specie di imbuto. All’interno potrete mettere una soluzione zuccherina, o birra o anche l’aceto di mele per attirarle li dentro.
Questa trappola va posizionata sugli alberi ad un’altezza superiore a 2 mt, cercando di allontanare man mano l’esca dalla vostra zona.

In Caso di Infestazione Vespe Cosa Fare?

Innanzitutto evitiamo il fai da te! Stiamo parlando di insetti molto pericolosi, soprattutto se parliamo di uno sciame, che potrebbe essere formato da migliaia di insetti.
Una ditta specializzata può eliminare il problema in un’unica seduta, evitando così di essere punto. La ditta effettuerà un sopralluogo per verificare la situazione e trovare tutti i nidi presenti nella zona da disinfestare, se ce ne dovessero essere diversi.
Inoltre una ditta specializzata sa come debellare tutte le vespe!

Ti è Piaciuto l'Articolo?

Disinfestazione con Microonde

disinfestazione con microonde

La disinfestazione con microonde è un metodo attualmente molto diffuso, usato generalmente per l’eliminazione definitiva dei tarli dalle travi.

Le Microonde Sono Davvero Efficaci?

Questo trattamento si basa sull’emissione di onde elettromagnetiche che, puntate sulle travi da trattare, hanno il compito di di surriscaldare le molecole contenenti acqua, quindi i tarli e gli insetti in generale, fino a raggiungere temperature per loro letali.

disinfestazione con microonde
Macchinario all'opera.

Di solito prima di attivare la disinfestazione con microonde è necessario individuare le zone dove c’è una massiccia presenza di tarli e larve che scavano gallerie. Poi si passa all’intervento vero e proprio per una eliminazione di massa.

Trattamento Microonde a Roma

Contattaci per richiedere un trattamento antitarlo con microonde e risolvi il problema in modo rapido ed efficace.

  • E le uova?

Le uova dei tarli sono invisibili all’occhio umano e non localizzabili con appositi strumenti perciò è possibile che la disinfestazione non elimini tutte le forme vitali.

Per una eliminazione definitiva e completa non si può fare un intervento localizzato ma è necessario procedere con la bonifica di tutto l’ambiente.

Solo interventi localizzati con il microonde: perché?

Non è possibile trattare l’intera superficie con il microonde per due importanti motivi: ci vorrebbe troppo tempo e i costi diverrebbero improponibili.

disinfestazione microonde
Foto di un tavolo sottoposto al trattamento.

Inoltre non è possibile effettuare questo tipo di intervento in spazi angusti o poco raggiungibili in quanto il macchinario non riuscirebbe a puntare correttamente le onde sulle strutture.

L'Intervento è Economico o Costoso?

Come detto prima questo fatto dipende dal modo di utilizzo. Se abbiamo intenzione di fare una disinfestazione localizzata il costo sarà decisamente inferiore rispetto a tanti altri tipi non ecologiche.
Se invece pensiamo di realizzare una disinfestazione totale con questa tecnica allora possiamo confermare che si tratta di un metodo decisamente poco conveniente e bisognerà tirare su un cantiere per lungo tempo.

Il Trattamento è Sicuro per l'Uomo?

Se si devono trattare dei mobili sicuramente non è dannoso per l’uomo visto che verranno trattati all’interno di camere chiuse, dotate di doppio sportello schermante, per cui in totale sicurezza.

Se invece si devono trattare le travi di un soffitto non è sicuro al 100% anzi l’AIRC (Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro) ha classificato queste onde come possibilmente cancerogeni per l’uomo.

Il trattamento rilascerebbe onde nell’ambiente perciò non è sicuro per le persone. Si consiglia di lasciare l’appartamento trattato per qualche giorno.

Ti è Piaciuto l'Articolo?

Disinfestazione dei giardini: insetti nocivi

insetti nocivi

insetti nocivi

La natura è formata da insetti buoni e insetti nocivi, i primi sono dei disinfestanti naturali, i secondi sono i responsabili delle malattie delle piante. E’ quindi necessario controllarle con specifiche ispezioni periodiche ai gambi, foglie e fiori, segnalando anche il più piccolo problema.

Ma tranquilli, i piccoli problemi d’infestazione da insetti nocivi sono facilmente risolvibili. Al contrario invece, i seri problemi sono risolvibili solo tramite l’uso di prodotti chimici.

La cosa importante da sapere è che con una corretta illuminazione, concimazione e innaffiamento, difficilmente le piante vengono attaccate da malattie e infestazioni da parassiti.

Gli insetti nocivi sono quelli succhianti e masticatori. I primi succhiano la linfa dalle radici, dai gambi, dai rami dalle foglie e dai frutti causando l’indebolimento delle piante. I secondi distruggono i tessuti causando lesioni alla pianta, porta aperta alle infestazioni.

Insetti nocivi: quali sono?

Oltre agli insetti nocivi sono considerati infestanti:

Bruchi: larve di farfalle con apparato masticatore. Si combattono con trappole luminose, raccoglimento manuale delle uova con l’aiuto di uno spray a base nicotina o piantando piante aromatiche come menta, basilico o salvia che li allontana.

Cocciniglia: possono avere la corazza o meno. Le prime succhiano la linfa, le seconde formano una polvere bianca simile al cotone, molto appiccicosa, che provoca la morte della pianta. Se sono poche si possono eliminare con il raccoglimento manuale, sempre con lo spray alla nicotina. Se sono tante si può passare ad una disinfestazione ecologica tramite antiparassitari come coccinelle e mantide religiosa.

Afidi: insetti succhianti di vari colori, i più diffusi sono verdi, neri, marroni e gialli. Divorano le piante partendo dalle parti più giovani come germogli, foglie, gambi e fiori. Creano un liquido zuccheroso che attiva i funghi e, a loro volta, lasciano una polverina bianca che indebolisce drasticamente la pianta stessa. Questi insetti nocivi sono molti resistenti agli agenti chimici e la disinfestazione complessa. Sarà necessario affidarsi a dei professionisti.Disinfestazione dei giardini: insetti nocivi

Lumache e chiocciole: molluschi amanti di posti umidi e freddi, mangiano le foglie delle piante durante la notte o di giorno quando piove. Eliminarle ecologicamente non è complicato, basta lasciare nei prati pezzi di rapa, zucchine o zucca o barattoli bassi con birra, acqua e zucchero per attirarle e la mattina seguente staranno tutte li. Si può passare poi alla raccolta manuale. Oppure si può mettere della cenere o scovolini per la pulizia delle bottiglie tutto intorno al raccolto per tenerle lontane.

Coleotteri e scarabei: sono insetti masticatori di foglie, fusti teneri e fiori. Fate in modo di attirare gli uccelli al vostro raccolto, sono i loro nemici naturali.

Formiche: tagliano le piante, attaccano soprattutto la notte e adorano piante citriche come mandarini, aranci, limoni… In questo caso chiama il tecnico per trovare ed eliminare il formicaio.

Cimici delle piante: insetti nocivi succhianti, si combattono con lo spray alla nicotina.

Tutti questi infestanti si combattono definitivamente con disinfestazioni fornite da esperti professionisti, metodi decisamente più rapidi e definitivi!

Richiedi un preventivo gratuito e senza impegno. Contattaci per maggiori informazioni, i nostri esperti sono a vostra completa disposizione per ogni vostra delucidazione.

Ti è Piaciuto l'Articolo?

Disinfestazione Zanzare

Richiedi un preventivo per la disinfestazione zanzare

Le zanzare, presenti su tutti il territorio italiano, sono parassiti dell’uomo perché si nutrono del loro sangue, o meglio, hanno bisogno del sangue di esseri viventi a sangue caldo per riprodursi.

Le specie diffuse in Italia, da prendere in considerazione per una disinfestazione sono:

  • Zanzara Comune (Culex pipiens)
  • Zanzara Tigre Egiziana (Aedis aegyptis)
  • Zanzara Tigre Asiatica (Aedes albopictus)
  • Zanzara Anofele (Anopheles)

Disinfestazione Zanzare a Roma

Una Ditta di professionisti della disinfestazione zanzare, saprà come indicarvi tutti i metodi di disinfestazione proattiva ed ecologica sul mercato, garantirà il risultato e a livello condominiale varrà anche come sgravio fiscale ed aiuto effettivo alla comunità.
Chiamateci per un preventivo gratuito e un sopralluogo professionale.

Tutte le specie di zanzare riprendono la loro attività da adulte in primavera perciò sono simili nei tempi del ciclo vitale e questo, per fortuna, ci aiuta a combatterle.

La maggior parte delle zanzare sono attive al crepuscolo, all’alba e durante la notte, durante il giorno riposano e si nascondono dal forte calore che le disidraterebbe.

Solo le zanzare femmine consumano il loro pasto di sangue subito dopo l’accoppiamento perché questo serve a far maturare le uova dentro di loro. I maschi si nutrono invece di sostanze zuccherine.

La saliva delle zanzare, quella che iniettano prima di nutrirsi, stimola un aumento del flusso sanguigno, è anticoagulante e fortemente anestetizzante. In questo modo, mangiano di più e più rapidamente e diminuiscono la possibilità di essere scoperte e uccise.

Una sola femmina può accoppiarsi con più maschi, ma solamente il primo accoppiamento sarà fertile. La quantità di seme che la femmina acquisirà in questo primo accoppiamento garantirà la sua fertilità per tutto l’arco della sua vita, ossia per diversi mesi.

I maschi una volta esaurita la loro funzione dopo pochi giorni muoiono.

Una zanzara vive in media da Marzo a Novembre, per la zanzara comune e l’anofele, da Aprile a Ottobre per le zanzare tigri. Quattro stadi come larve, uno come pupa e uno come adulto. I primi cinque stadi, si svolgono prevalentemente nell’acqua, torbida e stagnante.

Sembra che la zanzara sia un amante dell’odore dei piedi per questo predilige gli uomini e i bovini, comunque potendo scegliere vola basso. Queste zanzare amano le ore fresche della sera e la notte ma sono molto attive anche di giorno.

I copertoni delle auto sono i luoghi preferiti dalle zanzare, le latte vuote e i sottovasi nei giardini. Sono attratte dal colore nero e, le zanzare femmine in generale sono attratte dall’anidride carbonica emessa durante la respirazione degli animali a sangue caldo e dagli odori. Non amano il vento.

Malattie Trasmesse dalle Zanzare

Le zanzare trasmettono moltissime gravi malattie, ed è principalmente per questo che bisogna attuare una corretta disinfestazione annuale, la sola zanzara anofele è responsabile della morte di più di un milione di persone l’anno.

La zanzara tigre egiziana trasmette molti alpha-virus come la febbre gialla, la febbre del Nilo e (ancora non completamente dimostrato) il virus dell’AIDS.

Altri virus trasmissibili sono la leshmaniosi, che attacca i nostri amati cani, una malattia di lunga incubazione e sofferenza per l’animale e che può essere trasmessa infine anche all’uomo.

Come Prevenire un’Infestazione di Zanzare?

Prevenire l’infestazione è possibile: basterà collocare dove possibile, nelle fontane e negli stagni, pesci rossi che si nutrono delle larve. Non lasciare senza sabbia i sottovasi dei vostri giardini, ne copertoni all’aria aperta esposti alle piogge.
Controllare tutti i posti dove si può formare acqua stagnante. Collocare che siano sempre presenti pastiglie di cloro nei tombini condominiali e nelle caditoie e usate quando possibile un repellente sulla pelle dei bambini, meglio se ecologico.

Se Già c’è un’Infestazione in Corso Cosa Fare?

Oltre a tutte le prevenzioni già nominate contro le larve, per difendersi dagli adulti potete usare delle microcapsule chimiche solubili nell’acqua e spruzzarle ogni 10 giorni (sono altamente volatili) sulle piante, sui muri ovunque, ma attenzione al prodotto che usate perché, essendo chimico, darà si un risultato immediato ma potrà rovinare le inflorescenze delle piante e uccidere anche altri animali utili, come le api, le coccinelle e tanti altri.
Non solo, dovete passarlo con tutti gli strumenti DPI: mascherine, guanti, occhiali, e prendere tutte le precauzioni con i vostri animali domestici e bambini.

Attraverso una disinfestazione zanzare programmata nell’arco di tutto l’anno, fatta da veri professionisti, con prodotti ecologici, target (che uccidono solo zanzare e le loro larve), e a bassa volatilità, quindi con una manutenzione estiva ogni 20 giorni e invernale ogni mese.

disinfestazione
Strumento di disinfestazione.

Ti è Piaciuto l'Articolo?

Disinfestazione Zecche

disinfestazione zecche

Le zecche sono infestanti di animali domestici e non ma possono colpire l’uomo ed essere molto pericolosi.
Richiedi subito una disinfestazione zecche.

Problemi di Infestazione Zecche?

Le zecche misurano appena qualche millimetro e il loro ciclo vitale si sviluppa in tre fasi, larva, ninfa e adulto, che si svolgono tutte sullo stesso ospite o addirittura in due o tre diversi.
Non hanno una sola vittima ma possono variare da cane a gatto, da cervo a scoiattolo fino ad attaccare l’uomo.

infestazione zecche
In foto: Due esemplari di zecche adulte.

Servizio di Disinfestazione Zecche Roma

Se vuoi saperne di più o desideri ricevere un preventivo gratuito e senza impegno non esitare a contattarci.
I nostri esperti sono pronti a soddisfare ogni vostra richiesta.

Tipi di Zecche

In Italia sono presenti due famiglie di zecche:

  • Zecche Dure (Ixodidae) con caratteristico scudo dorsale chitinoso;
  • Zecche Molle (Argasidae) prive di scudo.
disinfestazione zecche
Esempio dei tipi di zecche.

Le zecche hanno bisogno di grandi pasti di sangue per sopravvivere e riprodursi ma sono in grado di resistere anche lunghi periodi a digiuno totale. Il periodo della loro massima attività va da maggio a ottobre ma qualche esemplare resiste anche nei mesi più freddi.
Il pasto delle zecche molli può durare ore mentre quello delle zecche dure giorni o addirittura settimane.
Questi insetti amano vivere nei luoghi ricchi di vegetazione folta, meglio se fresca e umida, ma possono trovarsi ovunque, anche in luoghi caldi e secchi.
I loro habitat preferiti sono le stalle, le cucce di animali domestici e i pascoli.

Malattie Trasmesse dalle Zecche

Con l’inizio della stagione calda le zecche iniziano a cercare cibo e, proprio per la loro grande fame, le loro vittime sono varie, animali e uomini.
Frequente è il cosiddetto “morso della zecca” che di per sé non è pericoloso, pericolose sono le conseguenze di quel gesto: la zecca trasmette numerose malattie.
Le zecche trasmettono malattie all’uomo, talvolta anche gravi come la borreliosi di Lyme, l’ehrlichiosi, le febbri bottonose da rickettsiae, la tularemia, la febbre Q, la babesiosi e l’encefalite virale.

Cosa Fare Contro le Zecche?

disinfestazione1
Disinfestatore alle prese con un intervento.

Se il tuo animale domestico non è stato ancora attaccato potete provare dei rimedi naturali, da affiancare agli antiparassitari, come pastiglie di lievito di birra da mettere nella pappa, che oltretutto gli mantiene un pelo lucidissimo, o vaporizzare sul pelo dell’animale olio essenziale di limone o cedro o infuso di rosmarino, questo almeno due volte alla settimana.

Quando invece l’infestazione è in atto si consiglia innanzitutto di curare l’animale e poi di ricorrere alla disinfestazione zecche con una ditta di tecnici professionisti.

Ti è Piaciuto l'Articolo?

Disinfestazione Pulci

disinfestazione da pulci

Disinfestazione Pulci

Le pulci sono i parassiti degli animali ma quando sono presenti in grandi quantità attaccano anche l’uomo perciò richiedi subito una disinfestazione pulci.

Caratteristiche delle Pulci

Le pulci sono insetti dotati di apparato boccale pungente-succhiante privi di ali. Sono attratti dal sangue degli animali a sangue caldo.
Le specie presenti sono cinque:

disinfestatore
Servizio di Disinfestazione Pulci a Roma
  • Pulce del Cane (Ctenocephalides canis)
  • Pulce dell’Uomo (Pulex irritans)
  • Pulce del Gatto (Ctenocephalides felis)
  • Pulce del Pollame (Echidenofaga gallinacea)
  • Pulce del Ratto (Xenopsylla cheopis)

Le pulci con cui l’uomo viene più diffusamente in contatto, contrariamente a quanto s pensa, sono proprio quelle del gatto e quelle del cane.

pulci
Tutte le specie di pulci.

Questi insetti hanno una velocità nel riprodursi mai vista. Ogni giorno la femmina depone circa 20 uova, sistemate con cura sui peli, o piume, dell’ospite.

Il problema sta proprio nelle uova, che possono scivolare dai peli e disperdersi nell’ambiente, di solito nei pressi di dove dorme l’animale. Se si tratta di animali domestici si potrebbero annidare poi nelle crepe dei muri, sul tappeto, anche se il loro luogo preferito è la sabbia. Ecco che inizia una vera invasione di pulci.

Le Malattie Trasmesse dalle Pulci

La pulce, specialmente quella del ratto, portano a malattie gravissime come la peste bubbonica e il tifo murino ma non solo perché le loro punture possono portare reazioni allergiche, talvolta anche gravi.

Come Riconoscere le Pulci?

Le larve attraversano 4 stadi di sviluppo in un tempo che va da una settimana ad alcuni mesi:

disinfestazione pulci
Foto di un esemplare adulto di pulce.
  • Uova, 0,5 mm di colore bianco, deposte sull’ospite e la maggior parte cadono a terra, creando l’infestazione;
  • Larve, pulci biancastre grandi al massimo 5 mm. Si allontanano dalla luce nascondendosi bene tra i peli dell’animale o nei tappeti e tessuti in quanto non sopravvivono al calore del Sole. Sono larva per circa 10 giorni;
  • Pupe, la larva crea un involucro in cui si trasforma in pupa. All’occhio umano sembra un piccolo pezzetto di tessuto e garza. Dopo circa 5 giorni esce la pulce adulta ma in ambienti sfavorevoli potrebbe rimanere nel bozzolo anche per alcuni mesi.
  • Adulti, non vola ma salta da un animale all’altro grazie alla spinta data dalle zampe posteriori. l’adulto maschio muore dopo 12 giorni, la femmina può resistere anche tre mesi producendo al massimo 24 uova al giorno.
pulci-disinfestazione
Foto di un tecnico durante la disinfestazione da pulci in casa.

Come Difenderci dalle Pulci?

Passare l’aspirapolvere quotidianamente e lavare le superfici sfoderabili almeno una volta a settimana potrebbe essere molto utile per ridurre di molto il numero delle uova e delle larve.
Quando le pulci non si trovano più solo sull’animale ma hanno infestato anche l’ambiente allora è necessario affidarsi ad una disinfestazione pulci da tecnici professionisti, con un trattamento efficace e coperto da garanzia.

Ti è Piaciuto l'Articolo?

 
 
CHIAMA SUBITO 0694801518
chiama fai click
chiama
chiama gratis e senza impegno

0694801518